Go to Top

Bari e dintorni      Booking online     Data di arrivo     Notti   

Un giro a Bari vecchia

Era il 1087 quando alcuni marinai baresi trafugarono i resti di San Nicola dall'Anatolia, qualche anno dopo fu eretta la Basilica in suo onore, costruzione che assieme al Castello Normanno-Svevo disegna il profilo di Bari vecchia, la parte antica e più caratteristica di questa città. Edificio imponente, classico esempio del romanico pugliese, contiene anche la cripta al cui interno riposano i resti di San Nicola. Se capitate a Bari il 7 Maggio, i festeggiamenti in suo onore (Sagra di Maggio) sono assolutamente da non perdere anche per via dell'arrivo di numerosi pellegrini in città.
Proseguendo a piedi per soli 500 metri, e superando la Cattedrale di San Sabino, stupendo romanico, arriverete dinanzi all'emblema della Bari storica e antica: il Castello Svevo-Normanno. Una fortezza con tanto di fossato che guarda l'Adriatico e le cui prime fondazioni potrebbero risalire ai romani. La maggior parte del risultato attuale è invece conseguente all'intervento dei normanni e alle fortificazioni di Federico II.
Bari vecchia non è solo un concentrato di storia. A rendere affascinante questo quartiere è un'essenza molto folk caratterizzata da un groviglio di vicoli e angiporti. Con le dovute proporzioni ricorda la Barceloneta, il borgo di pescatori che guarda il mare di Barcellona. Le stradine baresi si dipanano da Piazza del Ferrarese per trovare spesso uno sfogo con vista mare. Da un po' di anni il quartiere è vivace anche di sera grazie a localini e trattorie.
(fonte Tuttocittà.it)
Translate »